FAST FIND : AR840

Ultimo aggiornamento
08/06/2017

Determinazione dei corrispettivi per i servizi tecnici negli appalti pubblici

Questo articolo fornisce tutti i dettagli sulle modalità per la determinazione dei corrispettivi da porre a base di gara negli affidamenti di incarichi di progettazione, coordinamento della sicurezza in fase di progettazione, direzione dei lavori, coordinamento della sicurezza in fase di esecuzione, collaudo, supporto al RUP. Il tutto in base al D.M. 17/06/2016 che attua l’art. 24, comma 8, del D. Leg.vo 50/2016 e con schemi grafici di riepilogo e 9 esempi pratici, ed aggiornato con le modifiche introdotte dal D. Leg.vo 19/04/2017, n. 56 (c.d. “correttivo”).
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Alfonso Mancini
1087464 4396950
PREMESSA
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1087464 4396951
Entrata in vigore e contenuti del D.M. 17/06/2016

Il provvedimento attuativo in questione è stato emanato con il D.M. 17/06/2016, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale 27/07/2016, n. 174 ed in vigore dal giorno stesso. Da tale data è cessata pertanto

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1087464 4396952
Coordinamento con i livelli di progettazione previsti dal D. Leg.vo 50/2016

Il D. Leg.vo 50/2016 ha introdotto una nuova articolazione della progettazione su tre livelli di successivi approfondimenti tecnici:

- progetto di fattibilità tecnica ed economica, ch

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1087464 4396953
APPLICAZIONE DEI CORRISPETTIVI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1087464 4396954
Riferimenti nel D. Leg.vo 50/2016 e nel D.M. 17/06/2016

Il secondo periodo dell’art. 24, comma 8, del D. Leg.vo 50/2016 - modificato dal D. Leg.vo 19/04/2017, n. 56, c.d. “cor

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1087464 4396955
Linee guida dell’ANAC e buone pratiche

Su questo importante e delicato tema peraltro già l’ANAC - nell’ambito delle Linee guida per l’affidamento dei servizi attinenti l’architettura e l’ingegneria N2, precedenti alle modifiche introdotte dal “correttivo” - aveva ribadito la necessità per le stazioni appaltanti di determinare i corrispettivi per i servizi di ingegneria e architettura applicando rigorosamente i parametri di cui al decreto (“

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1087464 4396956
MODALITà DI CALCOLO DEI CORRISPETTIVI

Quanto alle modalità per il cal

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1087464 4396957
Determinazione del compenso

Il compenso complessivo (CP) è ottenuto tramite la formula:


CP = ∑ (V × G × Q × P)


dove:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1087464 4396958
Prestazioni non previste dal decreto o non determinabili

In caso di prestazioni complementari non ricomprese nelle tavole allegate al decreto, si fa ricorso al criterio di analogia, oppure, qualora risulti impossibile applicare detto criterio, il corrispettivo va determinato in ragione di ora (cd. “vacazioni”), sulla base del presumibile impegno richiesto, come da tabella che segue.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1087464 4396959
Oneri accessori e spese

Il decreto prevede che spese ed oneri accessori siano sempre determinati in via forfettaria, come da tabella che segue.


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1087464 4396960
Schema grafico riepilogativo

Si riporta uno schema grafico che riassume le modalità per la determinazione del compenso previste dal D.M. 17/06/2

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1087464 4396961
ESEMPI PRATICI

Si forniscono nella versione online del presente articolo alcuni esempi pratici di calcolo elaborati dal Consiglio Nazionale degli Architetti e dal Consiglio Nazionale degli Ingegneri, relative alle seguenti prestazioni

- Edificio residenziale pubblico di nuova edificazione (opere composte da più categorie);

- Restauro edifico tutelato ai sensi del

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Tariffa Professionale e compensi
  • Professioni

Compensi dei professionisti: assetto aggiornato e consigli pratici (preventivo, contratto, comunicazioni varie)

Dopo la riforma delle professioni ed a seguito delle importanti novità introdotte dalla L. 04/08/2017, n. 124, che ha previsto l’obbligo del preventivo e delle comunicazioni scritte da parte del professionista, proponiamo un chiaro approfondimento corredato di consigli pratici su: come redigere il preventivo; prova di aver reso il preventivo; polizza assicurativa, titoli e specializzazioni; come redigere il contratto; come rendere le comunicazioni di dettaglio; come determinare la misura dei compensi; visto di conformità dell’Ordine/Collegio.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Autorità di vigilanza
  • Requisiti di partecipazione alle gare
  • Appalti e contratti pubblici
  • Avvisi e bandi di gara

Linee guida ANAC n. 1 sui servizi di ingegneria e architettura (Delib. 973 del 14/09/2016)

Sintesi operativa dei punti principali delle Linee guida ANAC n. 1 sui servizi di ingegneria e architettura (Delib. 973 del 14/09/2016). Quadro normativo; corrispettivo a base di gara; determinazione classe e categoria opere; continuità nella progettazione; elenchi ed indagini di mercato; requisiti di partecipazione; offerta economicamente più vantaggiosa. Obbligo di determinare i corrispettivi con i parametri di cui al D.M. 17/06/2016. Chiarimenti Comunicato ANAC del 14/12/2016. AGG. 07/07/2017: Adeguamento linee guida in base al correttivo in corso.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Professioni
  • Tariffa Professionale e compensi

Tariffe professionali: i parametri stabiliti dal D.M. 140/2012 per la liquidazione da parte dei giudici

Con l’emanazione del D.M. 20 luglio 2012, n. 140 inizia a prendere corpo il nuovo sistema per la determinazione dei compensi professionali delineato dai recenti interventi di riforma. Questo contributo inquadra l’ambito di applicazione del nuovo decreto, in attesa che vengano definiti anche i parametri di riferimento per i bandi di progettazione, e spiega nel dettaglio la modalità di calcolo dei compensi ora prevista per tutti i professionisti dell’area tecnica.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Professioni
  • Esercizio, ordinamento e deontologia

Il decreto 137/2012 che attua la riforma degli ordinamenti professionali

Proponiamo in primo luogo una breve ricognizione delle norme legislative e regolamentari che sono intervenute a disciplinare gli ordinamenti professionali ed altri aspetti dell’esercizio professionale (compensi, tirocinio, società di professionisti). A seguire saranno approfonditi i temi trattati dal D.P.R. 137/2012 tramite una agevole tabella che riepiloga i punti salienti della nuova disciplina degli ordinamenti professionali.
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Professioni
  • Esercizio, ordinamento e deontologia
  • Previdenza professionale
  • Tariffa Professionale e compensi

Riforma degli ordinamenti professionali

Un completo riepilogo dell’intervento di riforma delle attività di libera professione. Dopo la conversione in legge del decreto-legge liberalizzazioni 1/2012, che ha fatto seguito ai ripetuti e recenti provvedimenti sulla materia, si delinea una riforma delle professioni in due tempi, con le norme sull’abrogazione delle tariffe professionali e l’esercizio della professione in forma associata immediatamente vigenti, ed il corpus della riforma affidato a futuri decreti ministeriali, che dovranno essere emanati entro il 13/08/2012.
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Appalti e contratti pubblici
  • Avvisi e bandi di gara
  • Requisiti di partecipazione alle gare

Obbligo di compilazione del DGUE in forma elettronica in base a regole AgID

  • Appalti e contratti pubblici
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici

Obbligo BIM nei progetti di lavori complessi di importo pari o superiore a 100 milioni di Euro

  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Appalti e contratti pubblici

Obbligo BIM nei progetti di lavori complessi di importo pari o superiore a 50 milioni di Euro

  • Appalti e contratti pubblici
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici

Obbligo BIM nei progetti di lavori complessi di importo pari o superiore a 15 milioni di Euro

  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Appalti e contratti pubblici

Obbligo BIM nei progetti di qualsiasi importo